Comune di Vignale Monferrato
Riferimenti pagina
Navigazione
Servizi per il cittadino
Link Utili
Contenuto
Accessibilitŕ
Area Riservata

Martedě 27 Giugno 2017


Stile

2^ tappa
Numero tappa 2 Nome tappa : MOLETO - CELLAMONTE

Lunghezza tappa (mt) 16.660Difficoltŕ : T

Localitŕ di partenza e quota : MOLETO MT 240 (PARCHEGGIO)

Localitŕ di arrivo e quota : CELLAMONTE MT 231 (BIVIO PER ROSIGNANO)

Dislivello complessivo: 922mt – Guadagno in altezza 454 mt – Perdita in altezza 468 mt – altezza minima 150 mt – altezza massima 319 mt

Tempo di percorrenza : 4h 15 min

Descrizione della tappa 

Dal parcheggio di fraz. Moleto, si attraversa il centro abitato e dopo circa 300m di strada in asfalto si prende il sentiero erboso in discesa che si percorre per circa 1200 m, quindi si prende la strada asfaltata per un breve tratto fino, raggiunta cascina Magrina, svoltare a sin su strada sterrata e si prosegue in Costa sino raggiunge la cappelletta S.Pietro e si svolta a sinistra sullo sterrato proseguendo in cresta fino alla SP37. 
Si attraversa la SP37 e si prende il sentiero sterrato in fronte , proseguendo in discesa per 500m poi si riprende la via asfaltata in direzione di Sala M.to fino al cimitero. Lasciate il cimitero alla vostra sinistra e attraversate il centro abitato di Sala percorrendo via Roma e via Olearo. Poi si prosegue su SP 35a in direzione di Ozzano M.to per 2500m fino al bivio di cascina Costa. Qui si lascia la SP e si prende il cammino sterrato a dx, quindi si prosegue per 1250m sul fondovalle parallelamente al rio Lora fino al fontanone. Qui si riprende la via asfaltata a dx , SP 34 o strada ducale, che sale sotto l’ abitato di Treville fino ad arrivare ad imboccare via Mazzucco a dx.  Si raggiunge cascina Rapetta e si gira a sin verso il centro abitato di Ozzano. Dalla p.za Vittorio Veneto si ripercorre in senso opposto la strada provinciale giŕ percorsa fino al bivio e si gira a sin sulla strada in cresta in direzione Cellamonte fino a raggiungere la cascina Imarisia, poi si attraversa tutto il paese fino al bivio in localitŕ c.na San Rocco.

FUORI PERCORSO : visita dell’abitato di Sala

Chiesa Parrocchiale di San Giacomo (fine ‘500) con all’interno tele del Moncalvo e dell’Alberini, volte affrescate dai f.lli Ivaldi di Acqui Terme e organo dei f.lli Lingiardi del 1840. Chiesa di San Francesco nel punto piů alto di Sala, risale al XIV secolo e dal 1641 fu sede della Confraternita dei Disciplinati. Chiesa di San Grato del 1684, in barocco piemontese, collocata in aperta campagna, restaurata dallo Scapitta a metŕ del ‘700. Panorama sull’arco alpino dal belvedere di San Francesco. 

FUORI PERCORSO: La visita al centro abitato di Cellamonte 

Salendo verso via Dante Barbano, si arriva al centro abitato di Cellamonte  “paese della Musica” (l'auditorium di S.Antonio, ospita dagli anni 70/80 manifestazioni musicali che richiamano un pubblico di amatori da tutta la regione), “paese dei Fiori” (argento al concorso Entente Florale Europe - www.entente-florale.eu nel 2006) e “paese degli Infernot” (riconoscimento Unesco del 2014 come parte del Monferrato degli Infernot).
La via principale “obbliga” di fatto il turista ad ammirare il pregevole recupero delle case e dei palazzi storici i quali custodiscono affreschi e pavimenti pregevoli, e giardini storici all'italiana.
Giunti in p.zza Vallino, alla sinistra della Parrocchiale (edificata nel 1619, con resti di affreschi dell'epoca e pale d'altare della scuola del Caccia) si trova l'ingresso dell'Ecomuseo della Pietra da Cantoni (in corso di ristrutturazione) all'interno del quale, negli orari di apertura, č possibile visitare l'Infernot “

Data di aggiornamento: 19/07/2016

Stampa
Stampa

Area Riservata
:
:


©2007 - Comune di Vignale Monferrato

Valid XHTML 1.0 Strict   Valid CSS!   Powered by NetGuru